CARATTERISTICHE DELLE MESCOLE IN GOMMA PER ARTICOLI TECNICI

CARATTERISTICHE DELLE MESCOLE IN GOMMA PER ARTICOLI TECNICI

La scelta delle mescole per articoli tecnici è un aspetto cruciale per assicurare durevolezza ed elevata qualità, fattore che rende evidente l’importanza di conoscere le caratteristiche delle stesse.

I prodotti in gomma possono trovare applicazione in molteplici ambiti e settori, ognuno dei quali con esigenze diversificate. Dal contatto con oli a quelli con lubrificanti, con carburanti o agenti chimici aggressivi, ma non solo, la temperatura di lavoro così come il contatto con altri particolari andranno a incidere sull’usura dei particolari. In questa ottica pertanto diventa fondamentale comprendere quali sono le caratteristiche delle diverse mescole in gomma, per individuare quella più adeguata al singolo particolare.

Neoprene, nitrile, naturale, EPDM, AEM (Vamac), SBR, epicloridrina, silicone e fluorosilicone sono le principali mescole, ma quali sono le loro caratteristiche?

Le mescole per articoli tecnici in gomma

Scopriamo le caratteristiche delle principali mescole in commercio:

  • NR, ovvero gomma naturale: presenta un ottimo allungamento a rottura, resistenza alla lacerazione e all’usura, all’acqua marina e garantisce elasticità. Al contrario però non assicura resistenza a contatto con oli e lubrificanti
  • CR, neoprene: al contrario della gomma naturale è molto resistente a contatto con oli e lubrificanti, ma anche in presenza di agenti atmosferici avversi, acqua di mare e sollecitazioni meccaniche. Inoltre è autoestinguente. Il neoprene non è adatto all’utilizzo in ambito medicale e per la produzione di articoli atossici
  • NBR, nitrile: garantisce resistenza a contatto con oli e lubrificanti, ma anche in presenza di agenti atmosferici avversi, acqua di mare e sollecitazioni meccaniche. A differenza del neoprene può essere impiegato per la produzione di articoli atossici
  • EPDM terpolimero: questa mescola è resistente agli agenti atmosferici, all’invecchiamento, al calore e alla deformazione permanente, nonché alle sollecitazioni meccaniche. Presenta invece limitata resistenza in presenza di oli, grassi e lubrificanti
  • IIR, butile: questa mescola è resistente alle vernici, presenta ottima resistenza dielettrica, tenuta all’osmosi ed è utilizzabile per prodotti atossici, al contrario ha limitate proprietà meccaniche ed elastiche
  • AEM, Vamac: garantisce ottima impermeabilità all’aria e ai gas, nonché elevata resistenza al calore assicurando bassi valori di deformazione. Al contrario presenta una ridotta resa elastica
  • VMQ, silicone: si caratterizza per un’ottima resistenza alle alte temperature ed è idoneo al contatto con oli motori e combustibili alifatici, grassi di natura animale e vegetale, liquidi per freni a base di glicoli e idraulici difficilmente infiammabili, idrocarburi clorurati ad alto peso molecolare e soluzioni saline. Di contro è scarsamente resistente in presenza di oli minerali aromatici, combustibili, vapore acqueo, acidi e alcali, oli e grassi siliconici
  • FVMQ, fluorosilicone: questa mescola presenta qualità simili alle mescole siliconiche, ma la presenza di fluoro ne aumenta la compatibilità con molteplici sostanze. Assicura inoltre discrete proprietà meccaniche, resistenza alle radiazioni, all’ossidazione, all’ozono e agli agenti atmosferici, nonché all’acqua e alle soluzioni diluite.

Se desideri ulteriori informazioni in merito alle caratteristiche delle mescole, alla durezza, alla temperatura di lavoro e all’impiego suggerito, potrai consultare la tabella che abbiamo creato oppure potrai contattarci. Noi di Robustelli potremo fornirti tutte le delucidazioni che desideri.

Tags:
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.